RABBIA

La rabbia è un’emozione necessaria alla sopravvivenza in quanto ci permette di comprendere quando siamo sopraffatti da qualcuno o qualcosa. La rabbia, cioè, individua quando stiamo subendo un torto. Se una persona ci passa davanti mentre siamo in fila ci arrabbiamo, stiamo subendo un torto! A volte, può capitare di interpretare molte delle cose che accadono nella vita come un torto subito anche quando non lo sono, aumentando notevolmente la frequenza e l’intensità della rabbia provata. Ad esempio, non essere stati assunti dopo un colloquio di lavoro non è un torto subito. Questo può dispiacerci, ma non è stata fatta un azione volontaria contro la persona che è stata scartata. Altre volte si può confondere la rabbia con la sua espressione violenta. Arrabbiarsi NON significa urlare, rispondere male, attaccarsi al clacson della macchina o usare violenza. E non significa neanche, per evitare la sua manifestazione violenta, tacere e “mangiarsi il fegato”, oppure pensare e ripensare all’evento che ci ha fatti arrabbiare o stare per ore a parlare di cosa è successo per sfogarsi con una persona cara. La rabbia ci indica che è accaduto qualcosa per cui abbiamo o stiamo subendo un torto e una volta compreso questo si possono trovare molti modi funzionali per non subire il torto o (in alcuni casi può accadere) di subirlo arrabbiandoci, ma senza “esplodere” o “implodere”.

Cosa Posso Fare

Respirazione

Gli esercizi di respirazione possono essere molto utili per alleviare le condizioni d’ansia e di stress e in tutte le situazioni in cui si ha difficoltà a gestire la rabbia. In queste circostanze, infatti, si può tendere ad assumere una respirazione di tipo TORACICO e a respirare molto velocemente (IPERVENTILAZIONE). Sia la respirazione TORACICA che l’IPERVENTILAZIONE sono conseguenza e causa degli stati emotivi: più siamo ansiosi, stressati o arrabbiati e maggiormente respiriamo con il torace e velocemente, più respiriamo velocemente e con il torace maggiormente ci stressiamo o aumentiamo l’intensità dell’ansia o della rabbia. Per questo motivo può essere molto utile imparare a respirare lentamente e con il diaframma anziché con il torace.

2/5

Meditazione

Questa pratica promuove la consapevolezza e l’attenzione al momento presente. Mentre la Respirazione diaframmatica ha come obiettivo primario quello di modificare attivamente il respiro per riequilibrare la condizione di iperattivazione derivante da condizioni stress, ansia e rabbia, l’obiettivo della meditazione mindfulness non ha l’obiettivo di modificare qualcosa, ma è un ascolto attivo e accettante di sé stessi che ha come vantaggio secondario quello di indurre il rilassamento, ma questo non è l’obiettivo primario. I benefici di tale pratica non sono limitati alla sola riduzione dello stress, ma comprendono il miglioramento della salute mentale, la riduzione del disagio psicologico, il miglioramento della regolazione delle emozioni negative e la riduzione del pensiero ruminativo.

3/5

Percorso psicologico

“Percorso Psicologico” è una definizione generica che include:

Consulenza: si intende uno o più colloqui il cui obiettivo è comprendere la situazione che il cliente porta (può richiedere anche l’utilizzo di questionari/test), sostenere il cliente nell’affrontare una situazione difficile o nel promuovere il proprio benessere. 

Psicoterapia: si intende un percorso di consapevolezza, di cambiamento e di risoluzione di una o più difficoltà. A volte le consulenze precedono il percorso di psicoterapia, altre volte le consulenze sono sufficienti a soddisfare le esigenze del cliente.

5/5

Sento

Sento

  • Il battito cardiaco accelerato
  • Sudo molto
  • Le mie giornate sono molto faticose
  • Una cosa allo stomaco che pesa
  • Qualcosa che opprime il petto
  • Difficoltà a respirare
  • Qualcosa che si muove su tutto il corpo

Penso

Penso

  • Tanto e sembra che il mio cervello non stacca mai
  • Sempre all’esito peggiore così mi preparo alla delusione
  • Spesso alla cosa giusta da fare
  • «Non posso sbagliare»
  • Sono spesso indeciso/a e non so mai quale decisione prendere
  • «Ho un carattere ansioso»
  • Difronte a situazioni nuove penso spesso a come comportarmi

Mi comporto

Mi comporto

  • Sistemo e/o pulisco spesso anche quando non è necessario
  • Prima di dormire molti pensieri
  • Mi muovo velocemente e frettolosamente
  • Faccio tantissime cose in una giornata senza godere di quello che faccio
  • Mi preparo benissimo per ogni cosa che devo affrontare
  • Corro a destra e sinistra per riuscire a fare tutto
  • Sbuffo spesso
  • Passo molto tempo ad organizzare le cose della mia vita
  • Non riesco mai a finire quello che mi sono prefissato/a di fare o faccio di tutto per riuscirci costi quel che costi
  • Parlo tanto e/o velocemente e/o gesticolo molto

Cos’è

Cos'è

Questo potrebbe essere

ANSIA